Assindatcolf (Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico, aderente a Confedilizia), in attuazione del Protocollo di collaborazione che insieme ad altre Associazioni di datori di lavoro, ha firmato con i Ministeri dell’Interno e della Solidarietà sociale per la gestione delle pratiche da presentare agli Sportelli unici per l’immigrazione, ha attivato il numero verde gratuito 800.841.315al quale si possono rivolgere tutti i datori di lavoro domestico che intendono richiedere il nulla-osta al lavoro per un cittadino extracomunitario, sulla base del decreto flussi 2007 (di imminente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e che – si ricorda – prevede per il solo settore domestico 65.000 nuovi ingressi).

    Infatti, sulla base dei nuovi accordi, le famiglie interessate ad assumere un lavoratore extracomunitario – come colf, baby-sitter, assistenti familiari ecc. – potranno rivolgersi direttamente al Delegato Assindatcolf della loro città che – previa specifica delega accettata – provvederà ad inoltrare la domanda di richiesta del nulla – osta per e-mail, seguendo poi la pratica.

    Per fare il tutto con rapidità e precisione – specifica Assindatcolf in una nota – occorre che gli interessati chiamino ilnumero verde per avere le prime informazionie, poi, prendano contatto con il referente della propria città. Il Delegato Assindatcolf provvederà a tutte le incombenze per presentare le domande di nulla-osta al lavoro in conformità ai precetti ministeriali e nel rispetto dei tempi previsti, ossia dalle “ore 8.00 del quindicesimo giorno per coloro che appartengono a paesi che hanno sottoscritto specifici accordi di cooperazione in materia migratoria” (es. Filippine, Moldavia, Sri Lanka, Marocco) e dalle “ore 8.00 del diciottesimo giorno per i lavoratori domestici e assistenza alla persona”, dalla data di pubblicazione del decreto flussi 2007 in Gazzetta Ufficiale.

 

                  Roma, 20 novembre 2007

.