Posticipato all’11 gennaio il termine ultimo per il versamento dei contributi per colf, badanti e baby sitter, che slitta di un giorno poiché l’ordinaria scadenza (10 gennaio) coincide quest’anno con la domenica. È quanto comunica Assindatcolf, Associazione Nazionale dei Datori di Lavoro Domestico (componente Fidaldo, aderente Confedilizia). Entro l’11 gennaio dovranno, dunque, essere versati i contributi Inps e Cas.sa.colf relativi al quarto trimestre 2015 (ottobre – novembre – dicembre), da calcolare utilizzando ancora  la tabella dei contributi  Inps 2015 disponibile anche sul sito istituzionale dell’associazione, www.assindatcolf.it.

Assindatcolf ricorda inoltre che i contributi versati per i collaboratori domestici, relativi al 2015, potranno essere portati in deduzione nella dichiarazione dei redditi del 2016, da presentare nel 2017.

Entro il 31 dicembre, in ottemperanza al contratto collettivo nazionale del lavoro domestico, il datore è infine tenuto alla predisposizione del prospetto paga mensile in duplice copia, da consegnare contestualmente alla corresponsione della retribuzione relativa al mese di gennaio 2016.

Informazioni ed assistenza possono essere chieste presso le sedi Assindatcolf, al numero verde 800.162.261 o consultando il sito www.assindatcolf.it, dove in un’apposita sezione sempre aggiornata, “Scadenzario”, sono indicati i principali adempimenti a carico del datore di lavoro domestico.

 

.