L’Inps, con la circolare n. 92 del 27 maggio 2016, ha confermato che le soglie di reddito e i relativi importi dell’assegno per il nucleo familiare, per il periodo 1° luglio 2016 – 30 giugno 2017, sono rimasti invariati. Gli importi ed i livelli reddituali vengono determinati annualmente, tenendo conto dell’andamento del costo della vita. Essendo risultati inalterati i prezzi al consumo, sono rimasti fermi anche i livelli reddituali contenuti nelle tabelle relative all’anno 2015,  nonché i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2016 al 30 giugno 2017. I lavoratori domestici, in possesso dei requisiti previsti per l’accesso alla prestazione, devono farne richiesta all’Inps, che provvederà direttamente all’erogazione dell’assegno.