Un fascicolo che conta oltre 1600 emendamenti quello che in queste ore sta esaminando la Commissione Lavoro del Senato: si tratta di tutte le proposte di modifica che sono state avanzate dai partiti rispetto al Decreto Legge 4/2019, la legge che istituisce il reddito di cittadinanza. Tra questi quello che punta ad estendere anche alle famiglie datrici di lavoro domestico gli sgravi per le assunzioni disciplinati all’art. 8 del D.L. 

Nel dettaglio, l’emendamento, presentato dal gruppo dei senatori 5 Stelle, prevede di riconoscere “anche ai datori di lavoro domestico” le agevolazioni previste “a condizione che i medesimi non recedano dal rapporto di lavoro, fatto salvo il recesso per giusta causa”.

Una proposta di modifica che recepisce la richiesta avanzata da Assindatcolf alla Commissione Lavoro proprio in occasione dell’audizione avuta a Palazzo Madama sul provvedimento lo scorso 4 febbraio. In quell’occasione è stata presentata una Memoria pubblicata sul sito del Senato.