Un lavoratore extracomunitario titolare di permesso di soggiorno per residenza elettiva può essere assunto come colf, badante o baby sitter? Sul tema si è espressa la Questura di Treviso che ha chiarito la questione con la circolare del 1° febbraio 2019, stabilendo, in sintesi, che il domestico potrà svolgere attività lavorativa solo ed esclusivamente qualora il permesso di soggiorno sia stato rilasciato senza visto dall’estero, in caso contrario non è possibile farlo.

Ma chi ha diritto a questa particolare condizione? Il permesso di soggiorno per residenza elettiva può essere rilasciato al cittadino straniero che intende stabilirsi nel nostro Paese, dimostrando di possedere risorse sufficienti a mantenersi autonomamente senza esercitare alcuna attività lavorativa, ed al cittadino straniero in qualità di familiare di cittadino comunitario, quando non possa rientrare nella definizione di familiare, in particolare i conviventi di cittadini comunitari.

 Dal punto di vista pratico, per procedere all’assunzione e alle relative comunicazioni all’Inps si attendono a breve degli aggiornamenti relativi alla documentazione nella piattaforma informatica.