Comunicati stampa

Decreto dignità, Assindatcolf: escludere settore domestico da norma contratti a tempo, famiglie rischiano aumenti

“Escludere il settore domestico dagli aumenti contributivi previsti dal ‘Decreto Dignità’ per i rinnovi dei contratti a tempo determinato: in caso contrario le famiglie che si affidano alle cure di badanti, baby sitter e colf rischiano di dove pagare fino a 160 euro in più l’anno”. E’ questa la proposta avanzata da Assindatcolf, Associazione Nazionale […]

leggi tutto

Immigrazione, Assindatcolf: per fermare lavoro domestico nero serve programmazione regolari

“Fino ad oggi in Italia si è parlato, e si continua a parlare, di immigrazione irregolare. Pur non volendo negare il problema è evidente che esiste anche l’altra faccia della medaglia, da anni caduta nel dimenticatoio: non esiste più una programmazione del lavoro straniero regolare”. È quanto dichiara Andrea Zini, vice presidente Assindatcolf, Associazione Nazionale […]

leggi tutto

Convegno Cese a Roma : “Se vogliamo soddisfare la crescente domanda di lavoratori conviventi con la persona assistita, dobbiamo riconoscere i loro diritti”

Il convegno organizzato a Roma dal CESE ha evidenziato la presenza, in Italia, di numerose carenze nel settore delle cure e dell’assistenza prestate da lavoratori conviventi – un comparto peraltro in espansione in questo paese che, secondo i dati più recenti, è il secondo “più vecchio” al mondo  Malgrado la forte domanda di lavoratori conviventi […]

leggi tutto

Istat: domanda assistenza destinata ad aumentare, necessarie misure a sostegno delle famiglie

“La fotografia scattata oggi dall’Istat conferma quanto Assindatcolf sostiene da sempre: il lavoro domestico è un comparto che non conosce crisi, poiché la domanda di assistenza è destinata ad aumentare”. Così l’Associazione Nazionale dei Datori di Lavoro Domestico (aderente Confedilizia e componente Fidaldo) a commento dei dati diffusi dall’Istat che indicano l’Italia come il secondo Paese più vecchio al mondo.

leggi tutto